MIGLIORE TARIFFA GARANTITA

Data:
Notti:
Camere:
Persone:
Promo Code:
Modifica/Cancella Prenotazione
chiudi

Ospedale, Università, …

Policlinico Umberto I: Il Policlinico Umberto I di Roma, dedicato all'omonimo re d’Italia, è il policlinico universitario della prima Facoltà di Medicina e Chirurgia della Sapienza Università di Roma.
Si tratta del secondo più grande ospedale pubblico italiano (più grande) (con 1200 posti letto circa), la cui costruzione venne iniziata nel 1883 per iniziativa dell'allora Ministro della Pubblica Istruzione, il celebre clinico Guido Baccelli, su progetto di Giulio Podesti e Filippo Laccetti. La costruzione venne completata vent'anni dopo, e l'inaugurazione venne presenziata dal Rettore dell'epoca, Luigi Galassi, e dal Re a cui poi verrà dedicata la struttura.
Numeri Utili:
CENTRALINO Tel. 06 4 997.1
RECUP REGIONE LAZIO Tel. 803 333
CENTRO UNICO PRENOTAZIONI AZIENDALI Tel. 06 49 977 911/12/13/14/15/16
DIPARTIMENTO EMERGENZA ACCETTAZIONE Tel. 06 49 977 025/27
TRIBUNALE DIRITTO MALATO Tel. 06 49 970 286
VIGILANZA Tel. 06 49 970 777
ARCHIVIO CENTRALE Tel. 06 49 979 990
UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO Tel. 06 49 977 050
DIREZIONE GENERALE, SANITARIA E AMMINISTRATIVO Tel. 06 49 970 359

Università La Sapienza: La Sapienza - Università di Roma, colloquialmente La Sapienza, è una delle più antiche università italiane, nata per volontà di papa Bonifacio VIII che il 20 aprile 1303 con la bolla pontificia "In suprema praeminentia dignitatis" istituì a Roma lo "Studium Urbis". Con 129.500 iscritti nel 2010 è la terza più grande università d'Europa e la quarantatreesima al mondo per numero di iscritti.
A seguito della riorganizzazione del 2010, conta undici facoltà, oltre 60 dipartimenti, ventuno musei e più di cinquanta biblioteche.
Oltre alle numerose sedi periferiche a Roma, l'Università dispone di un polo succursale a Latina.
Nel 2013 la Sapienza è l'unica università italiana a comparire tra le prime cento migliori del mondo secondo la classifica internazionale elaborata dal Center for World University Rankings, collocandosi al 62º posto.
Buona parte della classe dirigente italiana (e di quella europea) si è formata alla Sapienza.
Numeri Utili:
CENTRALINO Tel. 06 49911
SETTORE URP RAPPORTI CON IL PUBBLICO Tel. 06 4969 0402–3-4-5
SPORTELLO PER LE RELAZIONI CON GLI STUDENTI DISABILI Tel. 800 410960; 06 4991 0400
SAPIENZA WIRELESS Tel. 06 4969 0113

CNR (Piazzale Aldo Moro), 7: Il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) è un ente pubblico nazionale italiano che ha il compito di svolgere, promuovere, diffondere, trasferire e valorizzare attività di ricerca scientifica e tecnologica nei principali settori di sviluppo delle conoscenze e delle loro applicazioni per lo sviluppo scientifico e tecnologico, economico e sociale.
Costituito il 18 novembre del 1923 e trasformato nel 1945 in organo dello Stato ha svolto prevalentemente attività di formazione, di promozione e di coordinamento della ricerca in tutti i settori scientifici e tecnologici. Nel 1999 il CNR è divenuto "ente nazionale di ricerca con competenza scientifica generale e istituti scientifici distribuiti sul territorio, che svolge attività di prioritario interesse per l'avanzamento della scienza e per il progresso del paese".
Subito dopo lo scoppio della guerra in molti paesi europei gli scienziati cercarono di dar vita ad organismi in grado di aggregare tutte le attività relative alle invenzioni e alla ricerca. Nel 1916 venne costituito il Comitato nazionale scientifico tecnico per lo sviluppo e l'incremento dell'industria italiana (CNST) con il compito di "stringere maggiormente i legami fra la Scienza e le sue applicazioni"; mentre nel 1917 venne autorizzata una spesa straordinaria di 3 milioni di lire per "gli impianti e gli arredamenti degli Istituti Superiori di fisica, chimica e le loro applicazioni tecniche"; sempre nel 1917 venne costituito l'Ufficio Invenzioni e Ricerche.
Attraverso queste iniziative cominciava a farsi avanti una maggiore sensibilità verso il tema della scienza, confermata dalla costituzione nel novembre del 1918 di un Consiglio Internazionale delle Ricerche (CIR), al quale l'Italia prese parte con Vito Volterra assieme a rappresentanti di Francia, Inghilterra, Stati Uniti e Belgio. Ma soprattutto da un decreto presidenziale del 17 febbraio 1919, che istituiva una commissione "con l'incarico di preparare un progetto di costituzione del Consiglio Nazionale delle Ricerche", il quale in un articolo precisava che "il Consiglio Nazionale delle Ricerche deve avere per fine di organizzare e promuovere ricerche a scopo scientifico industriale e per la difesa nazionale". Con questo atto veniva sancito il punto d'inizio ufficiale del processo di costituzione del CNR, che si sarebbe concluso con l'emanazione del decreto del 18 novembre 1923.
Il 23 dicembre 1987 il CNR registra il primo dominio internet italiano: cnr.it
Il CNR è sottoposto alla vigilanza del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

Biblioteca Nazionale (Viale Castro Pretorio, 105): La Biblioteca Nazionale Centrale di Roma (BNCR) è una delle due biblioteche statali italiane che hanno il compito principale di raccogliere e conservare tutte le pubblicazioni italiane. Si trova in viale Castro Pretorio, nei pressi della Stazione Termini. La biblioteca è anche conosciuta col nome di "Vittorio Emanuele II", dal nome della personalità a cui è stata intitolata al momento della sua istituzione (1875).
Con circa 7.000.000 di volumi a stampa, 2.000 incunaboli, 25.000 cinquecentine, 8.000 manoscritti, 10.000 stampe e disegni, 20.000 carte geografiche, e 1.342.154 opuscoli è la più grande biblioteca italiana.
L'edificio attuale, inaugurato nel 1975, venne realizzato fra il 1965 ed il 1975 da un gruppo di architetti (Massimo Castellazzi, Tullio Dell'Anese, Annibale Vitellozzi), aderendo alla corrente dell'International Style, molto in voga durante quegli anni.
Il servizio, aperto al pubblico per tutti coloro che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, è gratuito e permette la consultazione e, per una parte del materiale, il prestito e la fotoriproduzione.

apri

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.. Informazioni.